Scienze naturali

La scienza e la tecnologia offrono soluzioni per molti problemi al mondo. Anche noi diamo il nostro contributo con i prodotti life science e industriali sviluppati nella nostra divisione Scientific Solutions. Alla Olympus, crediamo inoltre nel potere dell'innovazione e vogliamo fare affidamento su idee intelligenti. Ecco perché desideriamo promuovere la crescita di giovani talenti e scienziati per aiutarli ad ampliare i confini della conoscenza. Lo facciamo sostenendo la formazione STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) e con borse di studio per scienziati.

  • Condividi:
Social Responsibility - Natural Sciences

In termini di ricerca: vista ingrandita di pelle di rana, visualizzata con il microscopio FV3000 di Olympus.

Promuoviamo il talento, contiamo sulle innovazioni

Immergendosi in una cultura straniera, interagendo tra pari e costruendo rapporti amichevoli internazionali all'interno di un'esperienza speciale e spesso formativa per lo scambio scolastico di studenti. L'orizzonte di allarga, si aprono nuove prospettive e ci si diverte anche molto.

Al fine di avviare un contatto permanente tra le scuole giapponese e tedesca e per informarsi sulla posizione del Giappone nel campo della formazione STEM, il centro giapponese-tedesco di Berlino ha fondato il JDZB (Japanisch-Deutsches Zentrum Berlin) Science Youth Program per gli scambi tra studenti tedeschi e giapponesi. Il programma si rivolge alla scuola superiore secondaria in Germania con classi di lingua giapponese e a tutte le scuole STEM e orientate ai programmi STEM, ossia quelle con un maggiore orientamento verso le scienze naturali. I progetti su tematiche scientifiche e tecniche devono essere progettati e sviluppati ulteriormente con scuole partner che hanno lo stesso orientamento, in Giappone.

Olympus fornisce un sostegno finanziario al programma e desidera, in questo modo, non solo aiutare gli scambi interculturali ma anche i progetti scientifico-tecnici tra gli studenti delle scuole superiori come vissuto quotidiano tra colleghi. Il programma prevede, inoltre, una visita alle due sedi delle direzioni generali di Amburgo e Tokyo.

Ulteriori informazioni su JDZB

La Olympus Europa Foundation, insieme alla Società tedesca per le malattie metaboliche e dell'apparato digerente (DGVS), conferisce ogni anno il Endoscopy Research Award nel campo dell'endoscopia, che premia le conquiste rilevanti nei campi della ricerca clinica e di base. Oltre a mettere in risalto i progressi dei progetti rilevanti, il Premio intende anche accrescere l'interesse verso l'endoscopia in gastroenterologia nelle nuove generazioni di medici.

Il vincitore del 2017

Il Dott. Peter Klare dell'Univesità tecnica di Monaco ha vinto il Endoscopy Research Award nel 2017. Oltre al riconoscimento ottenuto con il Premio, ha ricevuto 15.000 euro per la sua ricerca in capnografia, una tecnica speciale utilizzata per monitorare lo stato dell'anestesia del paziente durante l'endoscopia.

A differenza del metodo tradizionalmente usato nella pulsossimetria, che monitorizza la saturazione dell'ossigeno nel sangue del paziente, la capnografia misura la quantità di CO2 nell'aria espirata. Klare ha scoperto che le interruzioni della respirazione durante l'endoscopia possono essere rilevate più facilmente e rapidamente con la capnografia che con la pulsossimetria.

La capnografia è da tempo di routine nell'anestesia generale ma non lo è nell'endoscopia. “Le nostre scoperte dimostrano che varrebbe la pena pensare bene alla possibilità di rendere il monitoraggio tramite capnografia un metodo standard per il futuro, anche per l'endoscopia sotto sedazione,” spiega Klare sintetizzando il motivo del successo del suo lavoro. Klare ha spiegato, inoltre, che il premio è stato per lui un incentivo a continuare la ricerca nel campo dell'endoscopia clinica.

Il vincitore del 2016

… è stato il Dott. Eugen Zizer del Centro di medicina interna dell'Università clinica di Ulm in Germania. Ha convinto la giuria, composta da rinomati gastroenterologi, grazie al suo lavoro sullo sviluppo di un cosiddetto sistema overtube da usare nella dissezione endoscopica della sottomucosa (ESD), prodotto usando un processo di stampa 3D. La sua conclusione: sembrerebbe che il sistema overtube renda molto più semplice e veloce la tecnica ESD.